Trasforma la tua vita e lavora da dove vuoi con la Wild Creator Academy

Nomade digitale a Bali: guida completa per vivere e lavorare nell’isola degli dei

Dai coworking ai coliving: un viaggio nella vita da digital nomad sull’isola di Bali; tra documenti necessari, costo della vita e gestione del lavoro da remoto.

profilo-wildflowermood-170x170
Wildflowermood logo love

NOMADE DIGITALE – CONTENT CREATOR – DIGITAL MARKETING

‖ YOUTUBE +173K  ⨺ INSTAGRAM: +184K ⨺ PINTEREST +500K VISITE MENSILI ‖

Benvenuti nel magico mondo dei nomadi digitali a Bali, dove coworking e coliving si fondono in un’esperienza unica!

Bali non è solo un luogo incantevole per le vacanze o per un viaggio on the road, ma è diventata una meta privilegiata per noi nomadi digitali.

Sono Francesca, meglio conosciuta come Wildflowermood, viaggiatrice da sempre e nomade digitale dal 2015. E oggi ti porterò con me in un viaggio esclusivo nell’isola degli dei, condividendo le mie esperienze e consigli su come vivere e lavorare in questo paradiso.

Perché scegliere Bali? Quali sono le migliori zone per stabilirsi, e come si vive quotidianamente in questa isola magica?

Scopriremo insieme come ottenere il visto per nomadi digitali, i costi da affrontare, e le opzioni di alloggio ideali per uno stile di vita itinerante.

Esploreremo le soluzioni per lavorare comodamente: dai coworking ai caffè, senza dimenticare l’innovativo concetto di coworking coliving, che sta prendendo sempre più piede.

Parleremo di connessione internet, aspetto fondamentale per il nostro lavoro, e del costo della vita, per darvi una visione completa di cosa significhi vivere a Bali.

Con la mia esperienza di nomade digitale, vi guiderò attraverso le sfumature di questa vita da sogno, mostrandovi che lavorare a Bali non è solo possibile, ma può essere un’esperienza arricchente e piena di sorprese.

Preparatevi a partire per Bali con me; anzi, per approfondire questa meta ti consiglio anche di leggere la mia guida di viaggio per Bali.

Non ti perdere.
Questo è l'indice per questa guida:

Bali per nomadi digitali: la guida completa

Riproduci video su come diventare nomade digitale - wildflowermood

Bali non è solo una destinazione low cost per una fuga dalla routine, ma è diventata una vera e propria casa per i nomadi digitali di tutto il mondo.

Ma perché questa splendida isola indonesiana attrae così tanti remote worker?

Innanzitutto, Bali offre un mix irresistibile di bellezza naturale, cultura ricca e spirituale, e un’accogliente comunità locale.

Ma non è tutto. Per noi nomadi digitali, ci sono aspetti pratici che rendono Bali un luogo ideale per vivere e lavorare. E se sei curioso sulle mete da digital nomad, ti consiglio di leggere la mia guida che parla di altri luoghi dove si trovano i nomadi digitali.

Ma torniamo a parlare dei motivi per cui Bali è perfetta per i nomadi digitali.

  • Costo della vita accessibile: Bali è nota per il suo costo della vita relativamente basso. Questo significa che puoi goderti uno stile di vita di qualità, con alloggi confortevoli, cibo delizioso e attività ricreative, senza prosciugare il tuo portafoglio.
  • Infrastrutture per il lavoro remoto: l’isola ha fatto grandi passi nel fornire infrastrutture solide per i lavoratori remoti, pieni di uffici ideali per i nomadi digitali. Dalle connessioni internet veloci e affidabili ai numerosi spazi di coworking, Bali assicura che tu rimanga produttivo mentre godi di un ambiente paradisiaco.
  • Comunità di nomadi digitali: a Bali, non sei mai solo. L’isola ospita una vasta e variegata comunità di nomadi digitali con cui potrai fare amicizia, freelancer e imprenditori, rendendola un luogo perfetto per networking, collaborazioni e, naturalmente, per trovare lavoro come nomade.
  • Equilibrio tra lavoro e vita privata: Bali ti permette di bilanciare il lavoro con una vita sociale attiva e una profonda immersione nella natura. Dalle sessioni di yoga, al surf, alle escursioni nella giungla, c’è sempre qualcosa che nutre sia il corpo sia lo spirito.
  • Cultura e tradizioni uniche: l’immersione nella cultura balinese, con le sue danze tradizionali, cerimonie e templi, offre una prospettiva rinfrescante e arricchente, distante dai classici ambienti urbani.
  • Clima favorevole: con il suo clima tropicale, Bali è calda e accogliente tutto l’anno, permettendoti di sfuggire agli inverni freddi o di godere del sole anche quando è inverno nel tuo paese d’origine.

Nomade digitale a Bali

L’idea di trasformare Bali in una base per il proprio stile di vita da nomade digitale affascina molti, e con buone ragioni.

Quest’isola offre un equilibrio unico tra bellezza naturale, cultura ricca e opportunità professionali.

In questo capitolo, esploreremo in dettaglio gli aspetti chiave che rendono Bali un hub ideale per i nomadi digitali.

Bali, con la sua combinazione di bellezza naturale, cultura affascinante, e facilità di vita da nomade digitale, è più di una semplice destinazione: è un’esperienza di vita che continua a richiamare viaggiatori da ogni angolo del globo.

Visto per nomadi digitali a Bali

Navigare nel sistema dei visti indonesiani può sembrare complicato, ma non temere, è più semplice di quanto si pensi.

Bali offre diverse opzioni di visto, adatte a vari tipi di soggiorni. Il visto turistico è l’opzione più comune per i nomadi digitali, specialmente per chi pianifica un soggiorno breve. Per soggiorni più lunghi, ci sono visti come il visto per motivi sociali e culturali, che richiedono una sponsorizzazione locale, ma permettono soggiorni fino a sei mesi.

Ho scritto un articolo ad hoc sui visti per nomadi digitali, troverai informazioni dettagliate su 45 Paesi che prevedono questo tipo di visto, tra cui l’Indonesia e Bali.

E ti consiglio anche di leggere la mia guida sulla Partita Iva per freelance.

Che documenti servono e quanto costa il visto per Bali?

Per ottenere il visto, avrai bisogno di un passaporto valido per almeno sei mesi, una prova di fondi sufficienti per il tuo soggiorno, e, a seconda del tipo di visto, una lettera di sponsorizzazione da un cittadino indonesiano.

Il costo varia a seconda del tipo di visto e della durata del soggiorno, ma generalmente si aggira attorno ai 50-100 dollari USA.

È importante anche considerare una copertura assicurativa adeguata, poiché è un requisito per molti tipi di visto.

La connessione internet a Bali

La connessione internet a Bali è sorprendentemente buona, soprattutto nelle aree più popolari tra i nomadi digitali come Canggu, Ubud, e Seminyak.

Qui, molti caffè e spazi di coworking offrono WiFi veloce e affidabile.

Per chi preferisce la flessibilità, è possibile acquistare una SIM locale con piani dati generosi a prezzi accessibili.

Costo della vita a Bali

Il costo della vita a Bali è uno degli aspetti più attraenti. Puoi goderti un ottimo stile di vita con un budget relativamente basso.

Per esempio, affittare una villa può costare tra i 500 e i 1500 dollari al mese, a seconda della zona e del livello di lusso.

I pasti nei ristoranti locali sono economici, e anche fare la spesa è abbastanza conveniente.

Tuttavia, i costi possono aumentare se preferisci ristoranti occidentali o attività turistiche.

Dove vivere come nomade digitale a Bali: le migliori zone

  • Canggu è un hotspot per i nomadi digitali, con un perfetto mix di cultura balinese, vita da spiaggia e spazi di coworking moderni.
  • Ubud, al centro dell’isola, offre un’atmosfera più tranquilla e spirituale, ideale per chi cerca ispirazione e connessione con la natura.
  • Seminyak e Kuta sono più turistiche, ma offrono molte comodità e una vita notturna vivace.

Trovare alloggi per nomadi digitali a Bali

Per quanto riguarda l’alloggio, hai l’imbarazzo della scelta.

Puoi optare per ville private, appartamenti in affitto, ostelli, o esperienze di coliving.

Molte strutture sono attrezzate con aree di lavoro e una buona connessione internet.

I siti di affitto di case e le comunità online di nomadi digitali sono ottimi posti per iniziare la ricerca del tuo alloggio ideale.

Come spostarsi

Per quanto riguarda i trasporti, il modo più comune e conveniente per spostarsi a Bali è noleggiare uno scooter. Questo ti dà la libertà di esplorare l’isola secondo i tuoi ritmi.

Ci sono anche opzioni di ride-sharing come le app Gojek e Grab, che offrono servizi di trasporto a prezzi accessibili.

Dove lavorare a Bali: i migliori coworking

Bali non è solo un paradiso per i vacanzieri ma anche un hub emergente per i nomadi digitali, grazie alla sua ricca offerta di spazi di coworking.

Questi luoghi non solo offrono eccellenti strutture per lavorare, ma anche occasioni di networking e comunità.

Ecco alcuni dei migliori coworking che Bali ha da offrire.

1. Dojo Bali – Canggu

A pochi passi dalla spiaggia di Canggu, Dojo Bali è un luogo perfetto per chi vuole bilanciare lavoro e relax.

Con una piscina, un caffè in loco e una varietà di eventi di networking, Dojo Bali non è solo uno spazio di lavoro ma un punto di incontro per una comunità internazionale di nomadi digitali.

Offre diverse opzioni di adesione, adattandosi alle varie esigenze dei lavoratori remoti.

2. Outpost – Ubud

Outpost offre spazi luminosi, ariosi e progettati per aumentare la produttività. Outpost offre anche alloggi coliving, rendendolo una scelta comoda per coloro che cercano una soluzione completa lavoro-alloggio.

Con eventi regolari e workshop, è un ottimo posto per apprendere e connettersi.

3. B Work – Seminyak

Nel cuore di Seminyak, B Work attira una folla diversificata, dai creativi ai business professional. Con un design elegante e moderno, offre un ambiente di lavoro sofisticato.

Oltre agli spazi di coworking, B Work propone anche aree lounge e una terrazza all’aperto, ideali per pause rilassanti o incontri informali.

4. Tropical Nomad Coworking Space – Canggu

Situato in una delle zone più trendy di Bali, Tropical Nomad Coworking Space è noto per il suo ambiente rilassato e amichevole.

Con diverse opzioni di postazione, dalle scrivanie fisse alle sale riunioni, si adatta sia ai freelance che ai piccoli team.

Il suo giardino tropicale è perfetto per prendere una pausa rinfrescante e socializzare con altri nomadi.

Lavorare a Bali nei cafè

Bali non è solo famosa per i suoi spazi di coworking, ma anche per i suoi caffè incantevoli e accoglienti, perfetti per i nomadi digitali che preferiscono un ambiente più rilassato e informale per lavorare.

Ecco alcuni caffè di Bali che si sono distinti come luoghi ideali per lavorare.

1. Anomali Coffee – Ubud

Anomali Coffee a Ubud è un paradiso per gli amanti del caffè e per i nomadi digitali.

Questo caffè offre una selezione eccellente di caffè indonesiani e un ambiente tranquillo, ideale per concentrarsi sul lavoro.

L’atmosfera accogliente lo rende un luogo perfetto per lunghe sessioni di lavoro.

2. Revolver Espresso – Seminyak

Conosciuto per il suo caffè eccezionale e il design unico, Revolver Espresso a Seminyak è un’ottima scelta per i lavoratori remoti.

L’ambiente è vivace ma confortevole, con un’atmosfera che stimola la creatività. È un luogo ideale per incontrare altri professionisti, prendere un caffè di qualità e immergersi nel lavoro.

3. Milk and Madu – Canggu

Milk and Madu Caffè è noto per il suo ambiente rilassante e il delizioso menù, è un’altro bellissimo locale di Canggu. E hanno aperto anche un ristorante!

Con spazio sia all’interno che all’esterno, offre l’ambiente perfetto per chi cerca un luogo tranquillo per lavorare.

La connessione WiFi è solida, il cibo è eccezionale, e il personale è sempre cordiale.

4. Seniman Coffee – Ubud

Seniman Coffee a Ubud è un’esperienza unica per chiunque apprezzi il buon caffè e un ambiente stimolante per lavorare.

Oltre a servire alcuni dei migliori caffè dell’isola, offre un’atmosfera tranquilla e confortevole, ideale per dedicarsi a progetti e scadenze.

Coworking e coliving a Bali: di cosa si tratta?

Bali, una destinazione sempre più popolare tra i nomadi digitali, è all’avanguardia nel combinare coworking e coliving, due concetti che stanno rivoluzionando il modo in cui lavoriamo e viviamo.

Ma di cosa si tratta esattamente?

Il coworking a Bali è molto più di semplici spazi di lavoro condivisi. È una cultura di collaborazione, innovazione e apprendimento condiviso.

Gli spazi di coworking offrono strutture professionali – come uffici privati, sale riunioni, cabine telefoniche e aree comuni – ma anche un ambiente sociale e comunitario che incoraggia la connessione e il networking tra i suoi membri.

Questi spazi sono dotati di WiFi ad alta velocità, stampanti, caffè e spesso anche cucine e aree relax, rendendo il lavoro produttivo e piacevole.

Il co-living, d’altro canto, è una risposta innovativa alle esigenze abitative dei nomadi digitali e dei lavoratori remoti.

Questi spazi combinano alloggio confortevole e funzionale con aree comuni dove gli abitanti possono socializzare, cucinare insieme, e condividere esperienze.

Il coliving a Bali spesso include servizi come pulizia regolare, lavanderia, e talvolta anche pasti, semplificando la vita quotidiana e permettendo ai residenti di concentrarsi sul loro lavoro e sulle loro passioni.

L’intersezione tra coworking e coliving crea un ecosistema unico dove lavoro e vita si intrecciano armoniosamente.

In Bali, questa tendenza sta crescendo rapidamente, con sempre più strutture che offrono soluzioni integrate.

Pensieri per concludere

Bali emerge non solo come una destinazione da sogno per le vacanze, ma anche come un vivace ecosistema per i nomadi digitali.

Con la sua miscela unica di bellezza naturale, cultura vibrante, e infrastrutture moderne, l’isola offre una varietà di opzioni per lavorare e vivere che vanno ben oltre le aspettative tradizionali.

Che fare ora?

Per oggi è tutto.

Alla prossima guida per nomadi digitali.

Stay wild!

Wild Creator Academy

Un percorso a 360 gradi per avere successo online

10 Corsi

+25 Ore

Wild Creator Academy

Un percorso a 360 gradi per avere successo online

10 Corsi

+25 Ore

DAI VITA AL LAVORO DEI TUOI SOGNI

PARTECIPA GRATIS ALLA PASSION WEEK:

La Passion Week è un programma di 7 giorni, dove imparerai a guadagnare grazie alle tue passioni.

Continua a leggere altre guide sul nomadismo digitale