Trasforma la tua vita e lavora da dove vuoi con la Wild Creator Academy

Marocco On The Road: Guida di viaggio fai da te con 3 itinerari

Paesaggi mozzafiato, cultura ricca di storia e di tradizioni e cibo delizioso.

Scopri come visitare il Marocco su 4 ruote con itinerari fai da te.

profilo-wildflowermood-170x170
Wildflowermood logo love

NOMADE DIGITALE – CONTENT CREATOR – DIGITAL MARKETING

‖ YOUTUBE +173K  ⨺ INSTAGRAM: +184K ⨺ PINTEREST +500K VISITE MENSILI ‖

Stai pensando di visitare il Marocco in macchina con un itinerario fai da te?

Questa guida è per te e l’ho scritta proprio dopo aver passato 2 mesi in Marocco con il mio van Juanito. Avevo già visitato il Marocco, ma questa volta ho deciso di farlo con calma, a bordo del mio mezzo e assaporando ogni momento di questo bellissimo paese.

Ho preparato per te quindi una guida per organizzare il tuo viaggio fai da te in Marocco, con tre diversi itinerari a seconda di quanto tempo avrai a disposizione in questo paese.

Ma prima lascia che mi presenti.

Sono Francesca, sul web conosciuta come Wildflowermood, viaggiatrice da sempre e nomade digitale dal 2015.

Grazie al mio van ho visitato diverse destinazioni europee, ma questa è la prima volta che mi spingo fuori Europa.

E questo è solo il primo di uno dei tanti viaggi van life che farà in Marocco e Africa.

Sali a bordo?

Non ti perdere.
Questo è l'indice per questa guida:

Marocco on the road

Riproduci video su Dalla Spagna al Marocco in van - Wildflowermood

Quando si parla di un viaggio on the road in Marocco, ci sono alcune cose da considerare per decidere il periodo migliore per intraprenderlo.

Per iniziare bisogna tenere conto del clima: il Marocco è un paese caldo, e se si vuoi evitare le temperature troppo elevate, è meglio evitare i mesi estivi, tra giugno e settembre.

In questo periodo infatti, le temperature possono superare anche i 40 gradi, rendendo difficile la guida e poco piacevole la visita delle città.

nvece, i mesi migliori per un viaggio on the road in Marocco sono la primavera e l’autunno, quando il clima è più mite e piacevole per esplorare il paese.

Inoltre, tenere in considerazione anche gli eventi culturali e le festività che si svolgono in Marocco, poiché questi possono influire sulla disponibilità di alloggi e sui prezzi.

Ad esempio, durante la settimana del Ramadan, che cambia date ogni anno, molte attrazioni turistiche potrebbero essere chiuse o avere orari ridotti e i ristoranti potrebbero essere chiusi durante il giorno.

Inoltre, durante le festività religiose come l’Aid Al-Fitr e l’Aid Al-Adha, molti marocchini potrebbero tornare nelle loro città d’origine, rendendo più difficile l’accesso a diversi servizi.

In generale, un viaggio on the road in Marocco in primavera o in autunno, quando il clima è più mite e le festività non influiscono troppo sulla disponibilità di alloggi e sui prezzi, rappresenta un’ottima scelta. In questo modo potrai godere al massimo delle bellezze del paese e della sua cultura, senza troppe difficoltà.

Clima e temperatura del Marocco

Il clima del Marocco è mediterraneo lungo la costa atlantica e desertico nell’entroterra.

Le temperature possono essere estremamente calde durante i mesi estivi, con punte di 40 gradi e oltre. Se vuoi evitare queste temperature estreme, ti consiglio programmare il tuo viaggio in Marocco durante la primavera o in autunno. In questi mesi, le temperature sono più miti e più piacevoli per esplorare il paese.

Anche l’inverno può essere una buona opzione, soprattutto se si vuole evitare la folla turistica e godere delle meraviglie di questo Paese in modo più tranquillo.

Proprio come ho fatto io, vivendo i mesi invernali e le festività Natalizie in Marocco: ed è stata la scelta migliore che potessi fare.

Anche se le temperature possono essere più fresche durante la notte e nelle zone montuose, quindi ricordati comunque di portare qualche capo di abbigliamento caldo.

Cous Cous di verdure in Marocco

Come arrivare in Marocco

Il modo più comune per arrivare in Marocco dall’Italia è in aereo.

Ci sono numerose compagnie aeree che offrono voli diretti dalle principali città italiane, come Roma, Milano e Venezia, verso le principali città marocchine come Casablanca, Marrakech e Tangeri.

In generale, i voli durano circa 3 ore e mezza e offrono diverse opzioni di classe e prezzo.

Prendere l’aereo per fare un road trip in Marocco, significa però che dovrai noleggiare il tuo mezzo direttamente in Marocco.

Ma non preoccuparti, più tardi ne parleremo meglio.

Un’altra opzione per arrivare in Marocco dall’Italia è in nave.

Ci sono diverse compagnie marittime che offrono traghetti tra le città italiane come Genova e Civitavecchia e le città marocchine come Tangeri e Nador. Tuttavia, questa opzione è meno comune e richiede più tempo rispetto ai voli, anche se si tratta della soluzione perfetta se vuoi partire con il tuo van o camper direttamente dall’Italia.

Infine, è anche possibile arrivare in Marocco attraverso il passaggio del confine tra Spagna e Marocco.

Proprio come ho fatto io con il mio fidato van Juanito.

Ci sono diverse opzioni di traghetti e servizi di trasporto per attraversare lo Stretto di Gibilterra e raggiungere la costa marocchina. 

Attenzione però alle regole e ai documenti necessari per arrivare in Marocco con il proprio mezzo di trasporto: proprio qui sotto ti spiego meglio tutto.

Come arrivare in Marocco con il proprio mezzo: auto, van e camper

Arrivare in Marocco con il proprio mezzo di trasporto come auto, van, furgone o camper può essere un’esperienza emozionante e libera, ma richiede una maggiore pianificazione rispetto ad altri mezzi di trasporto.

Per quanto riguarda l‘arrivo direttamente dall’Italia, ci sono diverse opzioni di traghetti e servizi di trasporto per attraversare lo Stretto di Gibilterra e raggiungere la costa marocchina.

Le compagnie di traghetti più comuni che offrono questo servizio sono Grimaldi Lines, Trasmediterranea e Acciona Trasmediterranea.

Ti consiglio di prenotare in anticipo per garantire il posto anche al tuo veicolo e considera sempre i costi aggiuntivi che questa scelta comporta.

Anche se poi, a conti fatti, risparmierai su noleggio mezzo e alloggio in luogo.

Stessa cosa anche se deciderai di partire dalla Spagna, come ho fatto io.

Potrai infatti attraversare il confine tra Spagna e Marocco, a bordo di una nave o traghetto caricando il tuo mezzo di trasporto.

Ci sono diverse opzioni di traghetti e servizi di trasporto per attraversare lo Stretto di Gibilterra e raggiungere la costa marocchina.

La cosa davvero importante a cui fare attenzione sono i documenti: dovrai essere in possesso di un contrassegno internazionale per il tuo veicolo e di un’assicurazione per la guida in Marocco, oltre ai documenti di viaggio necessari per entrare nel Paese.

Ricordati quindi di informarti bene prima della partenza (le regole possono anche cambiare rispetto la mia esperienza); in questo modo sarai ben preparata per l’arrivo in Marocco con il tuo mezzo di trasporto, sia dall’Italia o dalla Spagna, per evitare problemi con i documenti e le autorità doganali.

Come girare il Marocco: regole, consigli e documenti necessari

Le strade in alcune zone del Marocco possono essere particolarmente wild e la guida può essere quindi più difficile in alcune aree, soprattutto nelle zone rurali e montuose.

Il mio consiglio è quindi di fare attenzione e di essere pronto a dover affrontare qualche imprevisto, meccanico ad esempio, che potrebbe capitarti su alcuni tragitti.

Se hai deciso di arrivare in Marocco con il tuo mezzo, oltre ai documenti di viaggio necessari che abbiamo visto poco fa, è importante rispettare le regole del traffico e della guida in Marocco, ed essere preparati per eventuali controlli del traffico durante il viaggio.

Per quanto riguarda il noleggio di un’auto in Marocco, ci sono diverse opzioni disponibili, sia presso gli aeroporti che nelle principali città.

Ci sono diverse compagnie di noleggio auto internazionali presenti in Marocco, come Avis, Budget ed Europcar, così come compagnie locali.

I documenti necessari per il noleggio dell’auto sono: la patente di guida internazionale (che potrai richiedere in Italia alla motorizzazione, con tempi medio lunghi quindi organizzati) e una carta di credito valida.

Cosa vedere in Marocco: 10 mete imperdibili

1. Marrakech: conosciuta come la “città rossa”, Marrakech è famosa per i suoi souk, i mercati tradizionali, la sua architettura e i suoi giardini.

2. Fes: una delle città più antiche del Marocco, Fes è famosa per la sua architettura medievale, i suoi souk e per essere la culla della cultura artigianale marocchina.

3. Casablanca: la città più grande e moderna del Marocco, Casablanca è famosa per il suo stile architettonico art deco e per la sua vivace vita notturna.

4. Chefchaouen: un piccolo villaggio montano situato nelle montagne Rif, è famoso per le sue case blu e per essere un luogo ideale per rilassarsi e godere della pace e della tranquillità.

5. Merzouga: un luogo ideale per gli amanti del deserto, Merzouga è famosa per le sue dune di sabbia e per le escursioni in cammello nell’Erg Chebbi.

6. Essaouira: una città costiera famosa per le sue mura medievali, la sua vivace vita notturna e le sue spiagge.

7. Tangeri: una città portuale situata allo stretto di Gibilterra, è famosa per la sua posizione geografica unica e per la sua storia ricca di culture e influenze.

8. Ouarzazate: una città situata nell’altopiano delle Atlas, è famosa per le sue kasbah e per essere una delle principali location cinematografiche del Marocco.

9. Ait Benhaddou: una kasbah situata nelle montagne dell’Alto Atlante, è famosa per essere stata utilizzata come location per numerosi film e serie televisive.

10. Agadir: una città costiera situata sulle rive dell’Atlantico, è famosa per le sue spiagge, i suoi ristoranti e per essere una delle principali destinazioni turistiche del Marocco.

Dove dormire in Marocco: gli alloggi migliori e tradizionali

Se stai pianificando un viaggio in Marocco, una delle cose più importanti da considerare è dove dormire durante la tua vacanza o il tuo viaggio on the road.

Fortunatamente, ci sono numerose opzioni di alloggio disponibili in tutto il paese, che si adattano a tutti i gusti e budget.

  • Se sei alla ricerca di una sistemazione di lusso, il Marocco offre numerose opzioni di hotel a cinque stelle e resort esclusivi. Ad esempio, il Sofitel Marrakech Lounge and Spa, situato nel cuore di Marrakech, offre camere eleganti e confortevoli, un ristorante gourmet e un rilassante centro benessere. Un’altra opzione è il Royal Mansour Marrakech, un hotel di lusso situato nel centro storico della città, che offre suite spaziose, un ristorante a stelle michelin e un centro benessere immerso nel verde.
  • Per chi cerca un alloggio a un prezzo più accessibile, ci sono molte guesthouse e riad tradizionali in Marocco. Il Riad Matham offre camere a prezzi accessibili, colazioni gustose e un’atmosfera autentica e accogliente. In alternativa, il Dar Attajmil offre sistemazioni confortevoli e un patio interno incantevole a un prezzo conveniente.
  • Se stai viaggiando con un budget limitato, gli ostelli sono una delle opzioni migliori per dormire in Marocco, e sono anche un ottima occasione per conoscere tante persone da tutto il Mondo. L’Equity Point Marrakech è situato nel cuore della città vecchia di Marrakech, questo ostello offre camere private e dormitori a prezzi accessibili, nonché una terrazza panoramica con vista sulla città. L’ostello ha anche una cucina condivisa, una sala comune e una reception aperta 24 ore su 24. Un’alternativa potrebbe essere l’Hostel Riad Marrakech Rouge situato nel quartiere Bab Doukkala di Marrakech, questo ostello è ospitato in un tradizionale riad marocchino con cortile interno.
  • Se invece sei un appassionato di surf, le surfhouse in Marocco potrebbero essere la scelta perfetta per te. Sunset Surfhouse, situata a Taghazout, offre sistemazioni a prezzi accessibili con vista sull’oceano e un’ampia gamma di attività, tra cui surf, yoga e escursioni.

Cosa si mangia in Marocco?

Il cibo del Marocco mi ha fatta letteralmente impazzire: è una vera e propria esperienza per i sensi.

La cucina marocchina è una delle più varie e saporite del Mondo, con una combinazione unica di sapori, spezie e ingredienti.

Si tratta di una cultura influenzata dalle tradizioni berbere, arabe e mediterranee, e utilizza ingredienti freschi come frutta, verdura, carne e pesce.

Una delle specialità più famose della cucina marocchina è la Tajine, un piatto a base di carne, verdure e spezie cotto lentamente in una pentola di terracotta.

Il Couscous, un piatto a base di semola di grano duro condita con verdure e carne, è un’altra specialità popolare.

Ma la cucina marocchina non è solo composta da piatti salati, infatti la pasticceria marocchina è famosa per le sue delizie dolci come il Briouat, un dolce ripieno di miele e frutta secca, o il ma’amoul, un dolce a base di pasta frolla ripiena di frutta secca.

Un’altra caratteristica della cucina marocchina è il tè alla menta, una bevanda tradizionale servita con zucchero e menta fresca, accompagnato da dolci e pasticcini.

Mangiare in Marocco non è solo “sfamarsi” ma è anche un’esperienza sociale, di condivisione tra familiari e amici, accompagnata da una grande ospitalità e conversazioni.

La cucina marocchina è una vera e propria celebrazione della vita e del piacere del cibo, e i marocchini sono molto orgogliosi della loro cucina e delle loro tradizioni culinarie.

In questi mesi in cui ho assaggiato il cibo in Marocco mi sono totalmente immersa nella cultura di questo Paese: ciascun piatto racchiude una storia, un’esperienza e una tradizione che risale a secoli fa.

Inoltre, il cibo del Marocco è una vera e propria esperienza sensoriale, con i suoi sapori intensi e le spezie che creano una combinazione unica e indimenticabile.

Il cibo del Marocco è una delle ragioni per cui il paese attira tanti visitatori ogni anno, e una volta assaggiato, è impossibile dimenticare.

Come vestirsi in marocco

Quando si viaggia è sempre importante rispettare la cultura locale e, nel caso del Marocco, è molto importante rispettare la religione islamica, soprattutto quando si tratta di abbigliamento.

Se sei una donna, ma anche un uomo, in Marocco devi vestirti sobriamente.

Se sei una donna, consiglio di coprirti: pancia, seno e  gambe sopra le ginocchia.

Se sei un uomo, maglietta e pantaloncini vanno benissimo.

Per ovviare al caldo, ti basterà utilizzare vestiti con tessuti leggeri e traspiranti, come il cotone.

In alcuni luoghi è preferibile coprire anche la testa, per questo è consigliabile portare con sé un foulard o un copricapo leggero.

Ovviamente se sei al mare puoi andare in costume, ma consiglio di scoprirsi quando si è già in spiaggia.

In generale, osserva come si vestono i locali e cerca di rispettare la loro tradizione.

Assicurazione di viaggio

Fare l’assicurazione di viaggio per il Marocco è molto importante per diversi motivi:

1. l’assicurazione di viaggio garantisce la copertura e l’assistenza medica e/o il trasporto di ritorno a casa.

2. l’assicurazione di viaggio può coprire i costi legali in caso di incidenti o problemi giudiziari durante il viaggio.

Ciò può essere particolarmente importante in un paese dove le leggi e le procedure possono essere diverse da quelle del proprio paese di origine.

Proprio per questo ti consiglio di fare l’assicurazione di viaggio prima di partire per il Marocco: potrai vivere con più sicurezza e serenità la tua permanenza in questo magnifico Paese.

Marocco on the road: il mio itinerario in van

Il 5 novembre 2022 inizia la prima avventura fuori dall’Europa in van, e durerà per circa 2 mesi.

Prima della partenza ho sistemato il mio van e lasciato a malincuore il mio drone a casa, poiché in Marocco non si può utilizzare, a meno che tu non abbia un permesso speciale.

Partiamo alle 6,30 da Malaga e salpiamo per attraversare lo stretto di Gibilterra.

Ed ecco che compare in lontananza la costa del Marocco: scendiamo a Tanger Med e partiamo in direzione Asilah.

Dopo aver attraversato un doppio controllo della polizia, aver registrato il nostro van e passato i controlli con il timbro sul passaporto.

Il piano per questo viaggio è incentrato sul trovare onde per far surfare il mio ragazzo e tanto sole per me, e così riusciamo a conciliare le nostre passioni

Il primo pasto marocchino non ci ha proprio delusi: una deliziosa Tajine di pollo e una pesce.

Il giorno 2 procediamo per scendere fino ad Essaouira.

In questo viaggio saltiamo Rabat e Casablanca perchè le ho già visitate in passato e perchè abbiamo voglia di natura e mare, meno delle grandi città.

Dopo una sosta pranzo, ovviamente gustando l’ennesimo Tajine, siamo arrivati a Safi sulla costa e dopo una sosta con un tè alla menta, proseguito poi il viaggio verso Essaouira, che dista circa 1ora e mezza.

Vedendo questi meravigliosi paesaggi mi è proprio dispiaciuto lasciare il mio drone a casa, ma per fortuna prima di partire mi è arrivata la nuova fotocamera Insta360 X3:  una piccolissima camera in grado di registrare a 360# e fare riprese simildrone, grazie allo stick di 3 metri: queste sono le basi per la mia attrezzatura che mi permette di vivere viaggiando come nomade digitale.

Ed eccoci arrivati ad Essaouira.

Dopo aver dormito in campeggio, gli obiettivi del giorno 4 sono ben chiari: permettere a Ciro di fare la sua prima surfata in Marocco e concederci una deliziosa colazione da Omar, il cuoco più bravo di questo piccolo paesino.

Chi siamo noi per non provare?

Riproduci video su Vanlife in Marocco - wildflowermood

La nostra vita in Marocco procede lenta, tra buon cibo, mare e good vibes marocchine.

I giorni di risposo sono dedicati a passare del tempo assieme, esplorare i piccoli paesini nei pressi di Essaouira e le fantastiche spiagge del Marocco.

Gli altri giorni li dedico al mio lavoro, a girare contenuti per voi e a trovare i migliori coworking del Marocco per lavorare al computer con una connessione veloce.

Ma ci sono anche giorni in cui riesco a bilanciare bene la vita tra “work and chill” e sono proprio questi giorni che mi fanno essere davvero felice grata per la mia vita.

Riproduci video su Ho spesp tutti i soldi in Marocco - Wildflowermood

Gli ultimi giorni in Marocco li ho passati mangiando i miei piatti marocchini preferiti, salutato alcune spiagge e facendo shopping nel mercato dell’usato di Essaouira.

Dopo aver fatto anche la spesa e fatto scorta di prodotti marocchini, ci siamo rimessi in viaggio direzione Marrakesh.

Dopo aver visto anche la partita di calcio Marocco-Spagna, abbiamo attraversato una parte di deserto e anche un fiume: ebbene sì, il mio Juanito ha anche attraversato un fiume per la prima volta.

Ecco di cosa parlo quando ti dico di essere pronto per gli imprevisti di viaggio, ma è anche questo il bello di viaggi wild on the road, non credi?

Marocco on the road: itinerario di 7 giorni

Un itinerario di 7 giorni di viaggio on the road in Marocco può essere una delle esperienze più emozionanti e ricche di avventure della tua vita.

Proprio per questo ho preparato per te un esempio di itinerario per 7 giorni, composto da 4 tappe: Marrakech, Ouarzazate, Deserto di Merzouga ed Essaouira.

Tappa 1 itinerario Marocco: Visita a Marrakech

Dopo essere atterrati a Marrakech, la città rossa, ed aver recuperato le energie, ti consiglio di iniziare a passeggiare e perderti per le fantastiche vie del centro.

ciò che proprio non potrai perderti è la città vecchia, nota anche come Medina.

Qui potrai visitare il famoso Palazzo della Bahia e il Giardino Majorelle, che ti lasceranno a bocca aperta per la loro bellezza.

Ma non finisce qui!

La serata a Marrakech è sempre molto animata, specialmente nella famosa piazza Jemaa el-Fnaa.

Ti consiglio di assaggiare i saporiti piatti locali e di goderti la vivace atmosfera.

Tappa 2 itinerario Marocco: Ouarzazate, la porta del deserto

Dopo aver trascorso la prima giornata a Marrakech, partiamo alla volta di Ouarzazate, nota come la “porta del deserto”.

Qui potrai visitare il famoso studio cinematografico Atlas, che ha ospitato la produzione di molte famose pellicole.

Inoltre, potrai esplorare la Kasbah Taourirt, una fortezza in stile berbero che ti offrirà un’incredibile vista panoramica sulla città.

Tappa 3 itinerario Marocco: Deserto di Merzouga, un'avventura indimenticabile

Oggi è il giorno dell’avventura nel Deserto di Merzouga!

Preparati a vedere i dromedari, le dune di sabbia più alte del Marocco e godere del tramonto in questo paesaggio mozzafiato.

In serata, potrai partecipare a una serata intorno al fuoco, ascoltare musica tradizionale marocchina e ammirare le stelle.

Tappa 4 itinerario Marocco: Essaouira, la città del vento

Lasciamo il deserto e ci dirigiamo verso Essaouira, nota come la “città del vento”.

Questa città costiera offre una combinazione unica di storia, cultura e bellezze naturali.

Potrai esplorare la Medina, che è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, e passeggiare lungo la spiaggia, ammirando la vista sulle sue fortificazioni in stile portoghese.

Potrai fare shopping nei mercati locali, gustare il pesce fresco nei ristoranti tipici o semplicemente rilassarti sulla spiaggia o fare surf.

Marocco on the road: itinerario di 14 giorni

Per continuare l’itinerario di 7 giorni di viaggio on the road in Marocco, si possono aggiungere queste altre imperdibili tappe: Agadir e Tagazout.

Questo itineraio di 14 giorni è perfetto per chi vuole esplorare il Marocco in profondità e vedere il meglio del paese in un periodo di tempo limitato.

Tappa 5 itinerario Marocco: Agadir, la perla delle coste atlantiche

Dopo aver lasciato il Deserto di Merzouga ci dirigiamo verso Agadir, una delle città più famose e turistiche del Marocco.

Qui potrai visitare il porto turistico, il lungomare e la baia di Agadir.

Inoltre, potrai visitare il Mercato per fare acquisti artigianali e assaggiare la cucina locale.

Tappa 6 itinerario Marocco: Tagazout, un paradiso per i surfisti

Dopo aver lasciato Agadir, andiamo verso Tagazout, una delle località di surf più famose del Marocco.

Potrai prendere lezioni di surf, goderti il sole sulla spiaggia o semplicemente ammirare altri surfisti che cavalcano le onde.

In serata, ti consiglio di visitare i ristoranti locali per assaggiare i deliziosi piatti tradizionali della cucina marocchina.

Marocco on the road: itinerario di 1 mese

Che emozione… Stai per intraprendere un viaggio on the road di un mese nel Marocco!

Con il tuo camper o van, avrai la libertà di esplorare questo paese incantevole a tuo piacimento.

In questo itinerario che ho creato per te, partiremo dal Nord dalla città di Chefchaouen e ci prepariamo ad un mese pieno di avventure immersi nella natura e nella cultura marocchina.

Pronto? si parte!

1 mese in Marocco, tappa 1: Chefchaouen, la città blu

Chefchaouen è la prima tappa del nostro viaggio on the road: è una piccola città situata nel nord del Marocco, nota per le sue case blu intenso e le strade tortuose che creano un’atmosfera unica e rilassante.

La città è situata ai piedi delle montagne Rif ed è circondata da colline verdeggianti e valli incontaminate.

Passeggiare per le strade di Chefchaouen è un’esperienza meravigliosa, in cui potrai scoprire la cultura e la vita quotidiana della città.

La Medina è il posto perfetto per fare acquisti e gustare i piatti locali.

Ma, oltre alle sue strade colorate, Chefchaouen offre anche molte opportunità per esplorare la natura. Ad esempio, potrai camminare lungo i sentieri delle montagne, immergervi nella bellezza delle cascate o fare un’escursione a cavallo attraverso i villaggi rurali.

1 mese in Marocco, tappa 2: Fes, la città storica

Fes è una delle città più antiche e storiche del Marocco.

La città vecchia di Fes, chiamata Fes el Bali, è un labirinto di vicoli stretti e colorati che si intrecciano tra le case ei souk, i mercati tradizionali, dove potrai scoprire la vera anima della città, passando tra le botteghe degli artigiani e assaggiando i deliziosi cibi locali.

Fes è anche nota per la sua famosa Università Al Quaraouiyine, fondata nel 859, che è considerata la più antica università del mondo arabo.

Inoltre, la città vanta molte moschee e palazzi storici che valgono la pena di essere visitati, come la Moschea Bou Inania e il Palazzo Royal.

1 mese in Marocco, tappa 3: Atlas Mountain

Proseguendo il nostro viaggio, ci dirigeremo verso le Atlas Mountain, dove potrai godere della bellezza naturale del paese e delle viste panoramiche mozzafiato.

Le Atlas Mountain sono una catena montuosa che attraversa il Marocco e che rappresenta una tappa imperdibile per chi vuole scoprire la bellezza del paesaggio marocchino.

Queste montagne offrono un paesaggio opposto rispetto alla pianura desertica che le circonda e sono la casa di comunità berbere, che hanno conservato le loro tradizioni e la loro cultura.

Durante la tappa alle Atlas Mountain, potrai attraversare villaggi rurali e incontrare le persone del posto. Inoltre, potrai anche visitare i giardini di montagna, che sono famosi per le loro piante medicinali e per la produzione di spezie e frutta.

1 mese in Marocco, tappa 4: Marrakech

Successivamente, arriveremo a Marrakech, una delle città più colorate e animate del Marocco, dove potrai esplorare la Medina, il mercato delle spezie e il famoso Jardin Majorelle.

Marrakech è una delle città più affascinanti e vibranti del Marocco, conosciuta per la sua architettura in stile islamico, i suoi mercati colorati e l’energia della sua piazza centrale, la Jemaa el-Fna.

Questa città offre un’esperienza unica per chi viaggia in Marocco, con una miscela di antichità e modernità, e un’atmosfera affascinante e piena di vita.

Durante la tua visita a Marrakech, potrai passeggiare per le strette strade del suo centro storico, la Medina, ammirando le antiche moschee, i palazzi ei giardini.

Potrai anche esplorare i mercati, acquistare spezie, tessuti, ceramiche e altri prodotti e artigianato locale.

La piazza Jemaa el-Fna, che brulica di venditori ambulanti, giocolieri, cantastorie e ristoranti, è un’esperienza da non perdere.

Se ti interessa l’architettura, non perdere l’occasione di visitare il Palazzo Bahia, un palazzo in stile islamico del 19° secolo con giardini incantevoli, e la Koutoubia, la moschea più grande di Marrakech.

Potrai anche visitare il Giardino Majorelle, un giardino botanico che ospita una vasta collezione di piante esotiche e un museo d’arte.

1 mese in Marocco, tappa 5: Ouarzazate

Ouarzazate è una città situata nel sud del Marocco, nota come la “porta del deserto” e come importante centro cinematografico del paese.

Durante la visita a Ouarzazate, potrai visitare la Kasbah Taourirt, una fortificazione in stile islamico, che oggi ospita un museo che espone oggetti d’arte e di artigianato.

Ouarzazate è anche un punto di partenza ideale per esplorare le bellezze naturali della regione, tra cui le montagne dell’Atlas, le gole del Dades e le dune del deserto di Merzouga.

Potrai anche visitare la vicina valle del Drâa, che offre paesaggi incontaminati e villaggi tradizionali.

1 mese in Marocco, tappa 6: Deserto di Merzouga

Il Deserto di Merzouga è un’esperienza indimenticabile e imperdibile per chi viaggia in Marocco.

Si trova nella regione del Sahara, a sud-est di Ouarzazate, e offre un panorama mozzafiato di dune di sabbia che si estendono all’infinito.

Una delle attività più popolari da fare nel Deserto di Merzouga è un giro in dromedario, che ti permetterà di ammirare i paesaggi del deserto al tramonto o all’alba.

Inoltre, potrai trascorrere una notte in un campo tendato, dove potrai assistere a uno spettacolo di musica e danza tradizionale marocchina.

Il Deserto di Merzouga offre anche la possibilità di esplorare le sue oasi, dove vedere piante e animali rari che prosperano in questo ambiente caldo e arido.

Potrai anche fare escursioni a piedi o in quad per scoprire i segreti della regione e ammirare i paesaggi mozzafiato.

1 mese in Marocco, tappa 7: Agadir

Ed eccoci arrivati alla tappa più a sud del nostro itinerario, Agadir, una città costiera con una spiaggia mozzafiato e una vita notturna animata.

Agadir è una città costiera situata nella regione di Souss-Massa, nel sud-ovest del Marocco.

Conosciuta per le sue spiagge bianche e l’acqua cristallina del suo Oceano Atlantico, Agadir è una popolare destinazione turistica per coloro che cercano una vacanza al mare.

La città offre molte attività per i visitatori, come fare surf su alcune delle onde più belle del Marocco, fare un giro in barca lungo la costa, o rilassarsi semplicemente sulle sue spiagge incontaminate.

Inoltre, ci sono molte opzioni per lo shopping, come il mercato di Souk El Had, dove potrete acquistare spezie, tessuti e prodotti artigianali locali.

Agadir ha anche una ricca storia da esplorare, come il Kasbah, un’antica fortificazione che si erge su una collina e offre una vista spettacolare sulla città e sulla costa.

La città offre anche una vasta gamma di ristoranti, caffè e locali notturni dove potrete gustare la cucina marocchina e divertirti fino a tarda notte.

1 mese in Marocco, tappa 8: Tamraght

Ora siamo pronti per risalire verso il Nord tramite la costa, passando come prima tappa per Tamraght.

Tamraght è un villaggio situato nella regione costiera di Souss-Massa, nel sud-ovest del Marocco.

Questa località è conosciuta soprattutto per le sue spiagge incontaminate e le onde perfette per il surf, che attirano surfisti da tutto il mondo.

1 mese in Marocco, tappa 9: Tagazouth

Tagazouth è un piccolo villaggio situato sulla costa atlantica del Marocco, a pochi chilometri a nord di Agadir.

Questa località è conosciuta per le sue spiagge incontaminate, le onde perfette per il surf e la vita notturna animata.

Oltre al surf, Tagazouth offre anche altre attività come escursioni nella vicina montagna di Atlas, passeggiate nella natura e visite a villaggi berberi per scoprire la cultura locale.

1 mese in Marocco, tappa 10: Imsouane

Imsouane è una piccola città nota per la sua spiaggia dorata e le sue onde ideali per il surf: un vero e proprio paradiso per gli appassionati di sport acquatici.

La spiaggia di Imsouane è un luogo magico, dove potrete godere della pace e della tranquillità lontano dalla folla.

Con le sue onde perfette per il surf, la spiaggia è una destinazione ideale per i surfisti di tutti i livelli, dai principianti ai professionisti.

1 mese in Marocco, tappa 11: Essaouira

Essaouira è una città nota per il suo patrimonio storico, la vivace scena artistica e la sua famosa medina.

La medina di Essaouira è una delle più ben conservate del Marocco, con i suoi vicoli stretti e le case colorate che creano un’atmosfera suggestiva.

La città ospita anche una vasta gamma di negozi, gallerie d’arte e ristoranti che vi inviteranno a scoprire la deliziosa cucina marocchina.

Oltre alla medina, Essaouira offre anche molte attività all’aperto, come la pratica del windsurf e del kitesurf, ma è famosa anche per la sua scena musicale, con festival e concerti che si svolgono tutto l’anno.

7 Consigli pratici per visitare il Marocco on the road

  1. Pianifica il tuo itinerario: il Marocco è un paese grande e vario, quindi è importante pianificare il tuo itinerario in modo da poter vedere le cose che ti interessano di più e evitare di perdere tempo in viaggio.

  2. Informati sulla documentazione necessaria: assicurati di avere tutti i documenti necessari per entrare e viaggiare in Marocco, come il passaporto e il visto (se necessario).

  3. Noleggia un’auto o un camper: il noleggio di un’auto o di un camper è un’ottima opzione per viaggiare on the road in Marocco, poiché ti permette di esplorare il paese in modo indipendente e alla tua velocità.

  4. Conosci le regole del traffico: le regole del traffico in Marocco possono essere diverse da quelle dell’Italia, quindi assicurati di conoscerle e di rispettarle per evitare problemi.

  5. Sii pronto per l’imprevisto: il Marocco è un paese affascinante ma anche imprevedibile, quindi assicurati di essere preparato per eventuali imprevisti, come la mancanza di segnaletica stradale o la necessità di cambiare il tuo itinerario.

  6. Sii rispettoso della cultura locale: il Marocco è un paese con una cultura e una tradizione uniche, quindi assicurati di essere rispettoso della cultura locale e di comportarti in modo appropriato, soprattutto quando visiti luoghi sacri o luoghi di culto.

  7. Sii consapevole delle leggi sull’alcol: il Marocco ha leggi rigorose sull’alcool, quindi assicurati di essere consapevole delle leggi locali e di non bere in pubblico o in luoghi dove è vietato. L’alcol infatti può essere difficile da trovare fuori dalle grandi città, quindi potrebbe essere necessario acquistarlo nei supermercati o nei negozi di alcolici autorizzati.

Pensieri per concludere

Eccoci arrivati alla fine di questo avventuroso viaggio on the road, alla scoperta di un Marocco autentico e ricco di cultura.

Come ti anticipavo, credo proprio che questo sia stato solo il primo di una lunga serie di road trip in Marocco e Africa.

Proprio per questo ti consiglio di seguirmi sulla mia pagina Instagram, dove potrai vedere in tempo reale dove mi trovo ed interagire con me e tutta la mia wild-community.

Ma ti consiglio di seguirmi anche:

Alla prossima destinazione!

Stay wild.

Wild Creator Academy

Un percorso a 360 gradi per avere successo online

10 Corsi

+25 Ore

Wild Creator Academy

Un percorso a 360 gradi per avere successo online

10 Corsi

+25 Ore

DAI VITA AL LAVORO DEI TUOI SOGNI

PARTECIPA GRATIS ALLA PASSION WEEK:

La Passion Week è un programma di 7 giorni, dove imparerai a guadagnare grazie alle tue passioni.

Continua a leggere altri consigli di viaggio